IDEXX Angio Detect

Il test per la determinazione dell'infezione da Angiostrongylus Vasorum

A differenza delle metodiche di analisi tradizionali (Baermann), il nostro test antigenico non è influenzato dalla escrezione intermittente delle larve delle feci

Informazioni utili

Angio Detect Italia

Angiostrongilosi

Agente eziologico

Angiostrongylus vasorum

Ospite intermedio principale

Gasteropodi (chiocciole e lumache), piccoli anfibi e rettili possono avere funzione di ospiti paratenici.

Patologia

Il cane ingerisce un ospite intermedio infetto, un ospite paratenico o le larve L3 dall’ambiente. Le larve L3 penetrano la parete del tubo digerente, migrano ai linfonodi mesenterici, maturano in L4 e poi adulti immaturi che entrano in circolo. Dopo 10 giorni arrivano nel ventricolo destro e nell’arteria polmonare; qui raggiungono la maturità sessuale. Le femmine depongono le uova embrionate che schiudono a larve L1 e migrano negli alveoli polmonari e nei bronchi, risalendo la trachea per poi essere deglutite ed eliminate con le feci. L’eliminazione si verifica in modo intermittente, inframmezzando i periodi di alta eliminazione con periodi di escrezione bassa o assente nelle feci.

Segni clinici

L’infezione può rimanere subclinica per mesi o anni. Alcuni segni clinici sono tosse persistente e dispnea grave, letargia, intolleranza allo sforzo, coagulopatie, sanguinamenti prolungati o eccessivi, petecchie, vomito, dolore addominale, dolore spinale lombare, insufficienza cardiaca, ascite, congestione polmonare.

Alterazioni clinico-patologiche

  • Possibile eosinofilia
  • Possibile trombocitopenia
  • Frequente anemia lieve o moderata, normocitica, normocromica, non rigenerativa
  • Ecocardio: ipertrofia e dilatazione del cuore, ipertensione polmonare

Algoritmo diagnostico Angiostrongilosi

Angio Detect Algoritmo diagnostico Angiostrongilosi

Metodica Immunocromatografica

Gli altri test rapidi utilizzano la metodica immunocromatografica per la rilevazione qualitativa degli anticorpi in campioni di sangue o feci.

  1. Zona Campione: versare il campione di sangue (Ag da cercare) + diluente.
  2. Zona Coniugato: matrice (striscia di nitro-cellulosa) prerivestita con Ac + oro colloidale. Se l’Ag è presente nel campione si forma il Complex Ac oro collidale + Ag.
  3. Zona di lettura: matrice rivestita con Ac specifici per l’Ag che stiamo cercando.

Positivo

Si forma una banda di colore rosso perchè tutti gli immunocomplessi si concentrano: Complex Ac oro collidale + Ag + Ac.

Negativo

Il Complex Ac+ Ag non si fissa e compare solo la banda di controllo (matrice rivestita di Anti Ac).

Angio Detect Metodica Immunocromatografica